Vendere Infoprodotti Online per fare Soldi con Internet.

Guadagnare col PC, Fare Soldi con Internet Lavorare da Casa Onestamente.

Ottimizzare il Tuo Sito per il Posizionamento sui Motori di Ricerca.

Posted by vendereinfoprodottionline su 26 marzo 2010

Ciao. Questo report si prefigge di diventare un capiente “pentolone” di Domande & Risposte inserenti il SEO. Lo
scopo è aiutare chiunque, novizi e più smanettoni, ad avere risposte complete alle proprie domande.

Cosa consiglieresti a chi sa pochissimo di SEO e
vuole iniziare ad approfondire l’argomento?

Sulla mia pelle ho capito che non comprendere a pieno le basi di un argomento può portare a considerevoli problemi futuri. E’ come se nella nostra mente sia presente una struttura di conoscenza ed il possedere delle fondamenta fragili può far crollare “tutto il resto”.

Il SEO essendo un argomento MOLTO vasto e pratico, necessità di una reale comprensione delle informazioni, al contrario si possono ottenere solo scarsi risultati……..
Innanzi tutto è importante prendere dimestichezza con le basi principali dell’argomento, infatti credo che alcune
lacune sui FONDAMENTI possono creare future incomprensioni e reali problemi nel mettere in pratica la conoscenza, per tanto è importante avere una buona dimestichezza di alcuni termini basilari al fine di poter
comprendere informazioni più avanzate.

Perdonami se già conosci tali termini, io stesso credevo di sapere molto prima di ristudiarli a menadito, in realtà ho scoperto che il semplice ripasso di alcune informazioni basilari possa portare ad un nuovo livello di comprensione, credo comunque che un ripasso generale faccia solo del bene.
Riporto i termini più basilari che un Seo dovrebbe conoscere a menadito, se invece inizia ora a comprendere
questo argomento cerca di studiarli molto bene :

SEO
MOTORI DI RICERCA E DIRECTORY
LE KEYWORDS
IL NOME DEL DOMINIO
I Meta Tag
Il FILE ROBOT.TXT
IL PAGERANK
IL LINK POPULARITY

Cosa sono i motori di ricerca e qual’è la differenza con
le directory

Senza di essi si avrebbe una confusione immane e sarebbe difficile comprendere quali sono le risorse migliori e ancora più complesso il recupero di tali risorse. I motori di ricerca e le directory sono due strumenti che gli utenti
usano per trovare il tuo sito web, senza di essi le tue ricerche diventerebbero quasi senza senso… Nella maggior parte degli utenti che naviga, quasi il 70%,raggiunge il tuo sito tramite i motori di ricerca, gli altri utenti arrivano sulle tue pagine da diverse fonti come le directory, gli scambi link, dal passaparola ecc.. Il Seo ha lo scopo di “sfidarli” per raggiungere posizioni autorevoli.
La prima cosa basilare da comprendere è che c’è una netta differenza tra motori di ricerca e directory. Ad esempio Virgilio che si caratterizza per la sua struttura gerarchica ad albero è una directory, la differenza principale è che la premiazione del sito nei risultati avviene manualmente da persone addette al servizio che
catalogano i siti per settore. E’ come una biblioteca che cataloga i contenuti a seconda dell’argomento trattato.
Quando invece inseriamo un sito nei motori di ricerca ci sono dei programmi sofisticati che scandagliano le pagine web con lo scopo di indicizzarle per le ricerche, questo lavoro viene effettuato dai cosiddetti Spider.Meccanicamente la differenza consiste nel fatto che gli Spider visitano i tuo sito periodicamente tramite i link presenti in rete , mentre le directory si limitano solamente a catalogarlo molto saltuariamente.
Un esempio di directory è anche DMOZ che è mantenuta da moltissimi editori volontari presenti in tutto il mondo.
Il motore di ricerca più famoso al mondo attualmente è Google, Esistono anche i vari google.com, google.fr ma
basta suggerire il tuo sito ad uno di questi e sei automaticamente in tutti i Google. I tempi di attesa per apparire nei risultati si aggira dai 10 giorni a più di un mese.

Un altro motore di ricerca famoso è Yahoo, anche se esistono molti altri essi tendono ad appoggiarsi a Google e
Yahoo per indicizzare le pagine. In queste pagine sentirai spesso parlare di Google, proprio perché la nostra attenzione principale è rivolta ad ottenere ottimi posizionamenti sul miglior Motore di Ricerca presente
nel web, non a caso si stima che il 70% degli internauti usa Google per fare delle ricerche; chiaramente ci occuperemo anche del resto, ma alla fine se sei stato premiato da Google è certo che succederà lo stesso anche per altri motori ricerca e directory.

C’è la possibilità di sapere velocemente ,per alcune parole
chiave senza stare a cercare in google in quale posizione o
pagina ci si trova?
Se per esempio voglio trovare il mio sito con la parola
“amministrare ” senza che vado in google la scrivo e ricerco
c’è la possibilità di vederlo subito in qualche maniera?

Ci sono molti tool in giro, ma la maggior parte, e i più affidabili, sono quelli americani o in lingua inglese. Uno ottimo sito dove è possibile usare diversi tool è seochat, http://www.seochat.com, comunque anche su seo utility, un portale italiano è disponibile questo tool, link :http://www.seoutility.com/it/tools/google/posizionamento_su google.aspx
Inseriamo la parola chiave e vediamo la posizione. Ovviamente non sempre sono attendibili.

Come è possibile avere visitatori appartenenti alla propria
nicchia di mercato?
La parola giusta sarebbe targhetizzati, immagino. Ovvero,
io avendo un blog sulla Vendita Infoprodotti Online, avrei piacere
che i visitatori siano interessati alla mia nicchia, vuoi perché
sono interessati alle informazioni che do oppure perché
anch’essi sono esperti della mia stessa nicchia. E’
possibile?

Certo ed il Seo è la migliore risorsa per ottenerli in maniera costante e duratura nel tempo. Ragazzi il web è
in continua ascesa, e se fatte le cose bene, le stats salgono all’infinito. Non c’è molto da dire in merito, basta solo essere presenti online con un sito/blog e seguire i canoni di ottimizzazione ottimale. In un periodo medio/lungo il successo di qualunque attività è quasi matematicamente certa.

Un blog, rispetto a un normale sito e-commerce,
riesce a posizionarsi bene anche senza applicare il
SEO e quindi a essere meglio visibile su google e gli
altri motori di ricerca?

Certo.. Anzi, un blog è ben visto dai motori di ricerca. Questo perché la dinamicità dei contenuti è ciò che più piace agli spiders. Per dinamicità intendo contenuti aggiornati, freschi e che “girano” sul blog. Al contrario i siti web tendono a diventare statici, cioè ad aggiornarli poco e spesso MAI. Dal mio punto di vista l’ottimale sarebbe possedere un sito statico che contenga una “vetrina” di ciò che esponiamo in forma più personale nel blog.

Il blog stimola l’aggiornamento, crea interazione con gli utenti (commenti) e sicuramente tutto questo piace molto agli spiders.

Scrivere un pò meno sovente (1 volta a settimana), ma
utilizzare i “trucchetti del SEO”, o per meglio dire
conoscere in profondità la parte tecnica o scrivere
costantemente e con meno attenzione alla parte SEO?

Allora, su quest’argomento c’è da dire molto. Cercherò di essere breve e pratico. La risposta è secca :
SCRIVERE CONSTANTEMENTE! Comunque non potrò mai dire di non mettere attenzione alla parte SEO.. Però la
costanza premia e anche molto, i motivi sono tanti ma ora ti riassumerò quelli principali.. La risposta più ovvia che mi viene in mente è: più contenuti (pagine o articoli) sono indicizzati e presenti sui motori di ricerca, più è certo che sarà presente nei risultati (serp) delle ricerche. Questo è un semplice fattore pratico e qualitativo, più una cosa è grande più si vede🙂, semplice.. Allora, se ad esempio abbiamo un sito con 100 pagine indicizzate su google e ne abbiamo un altro da 10.000 pagine, è ovvio che il sito da 10.000 pagine otterrà più visibilità, è una questione di GRANDEZZA..
Questo risposta può essere considerata la più ovvia e semplice e può anche non rientrare in tecnicismi seo..
Mentre, uno dei motivi per cui dovrai scrivere in maniera costante è : gli spider dei motori catalogano il tuo
sito in base al numero di aggiornamenti che effettui. In pratica se tu per 2 mesi scrivi 3 articoli al giorno, gli spider “sanno”, registrano più che altro, che dovranno passare spesso dal tuo sito perché “questo è un blog aggiornato
spesso”. Se al terzo mese tu blocchi questi ritmi e scrivi solo 2 articoli la settimana, lo spider, che avrà registrato i ritmi dei 2 mesi scorsi, arriverà sul tuo sito/blog e non troverà nulla, visto che ora scrivi solo 2 articoli la settimana…
Questo meccanismo causa un peggioramento generale dei posizionamenti, non è da considerare una vera
penalizzazione ma semplicemente i motori “osservano” che tu stai mollando la presa, per tanto tendono a premiare chi lavora sodo, chi scrive molto e spesso, quindi è ovvio che il tuo blog tenda a scendere nei risultati..
Uno dei principali avvisi di Google è un abbassamento del PageRank, in pratica Google ti avvisa: Stai attento, sei in discesa, risali! Per quanto riguarda i canoni seo da utilizzare, ritengo che prima di tutto devi seguire tale linea di condotta di scrittura periodica, poi l’uso di tecniche seo darà quella propulsione in più per scalare vette inaccessibili ..

Al prossimo Report

Guadagnare24

Guadagnare 24 ore al giorno non è mai stato così semplice

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: